Pagine di storia

Cerca

Vai ai contenuti

Carlo V

Storia di Lastra > Assedio 1519

Nasce a Gand in Fiandra nel 1500, figlio di Filippo d'Asburgo arciduca d'Austria, (Filippo il Bello) e di Giovanna di Castiglia, detta "la Pazza".

Dal padre, morto nel 1506, eredit˛ la Franca Contea, feudo dell'impero, e la Fiandra.

Con la morte del nonno materno Ferdinando d'Aragona , detto il cattolico, e l'esautorazione della madre per turbe mentali, aggiunse ai suoi domini i regni di Castiglia, d'Aragona, di Napoli e di Sicilia, le colonie spagnole d'America.

Dal nonno paterno Massimiliano d'Austria, morto nel 1519, eredit˛ i territori austriaci degli Asburgo , con
Austria, ducati di Stiria e Carinzia, contea del Tirolo, ecc.

Nel 1519 ottiene la corona del Sacro romano impero, prevalendo sull'altro aspirante Francesco I di Francia, grazie all'aiuto economico dei banchieri tedeschi, segnatamente i Fugger di Augusta.

Grazie alle ricchezze coloniali che iniziavano ad affluire, e a quelle dei domini ereditati, fece fronte alle lotte che dovette sostenere ai confini dell'impero con Francia e Islam, all'interno con la Riforma, nonostante la messa al bando di Lutero nel 1521 con la dieta di Worms.

Sconfitto Francesco I a Pavia nel 1525, e l'anno successivo la lega di Cognac, (di cui faceva parte Clemente VII a cui inflisse anche il ôsaccoö di Roma nel 1527) Ŕ incoronato imperatore tre anni pi¨ tardi.

Si volse poi contro i principi protestanti tedeschi, coalizzati nella lega di Smacalda, e per quanto frenato inizialmente dal profilarsi di un attacco turco-francese all'impero, ne uscirÓ con la vittoria di Muhlberg nel 1547.

La restaurazione dell'unitÓ religiosa in Germania dur˛ tuttavia fino alla pace di Augusta del 1555, quando ai principi luterani tedeschi venne riconosciuta la libertÓ religiosa, e fu stabilito che i sudditi dovevano seguire la religione dei loro principi.

Successivamente Carlo V abdic˛ gradualmente, dividendo i suoi domini fra il figlio Filippo II e il fratello Ferdinando.

Al primo andrÓ Spagna, Paesi Bassi e colonie, a Ferdinando l'ereditÓ asburgica.

Nel 1556 si ritira nel convento di Yuste in Estremadura, dove morý nel 1558.









































___________





Tiziano Vecellio - Carlo V, 1548


Torna ai contenuti | Torna al menu